Montessori

In che modo una scuola Montessori è diversa da una scuola tradizionale?

L’educazione montessoriana non è completamente diversa da quella tradizionale. I contenuti sono generalmente gli stessi, ma sono soprattutto i metodi di insegnamento a essere diversi. L’obiettivo principale del Metodo Montessori è aiutare i bambini a diventare individui autonomi e sicuri di sé. Maria Montessori ha sviluppato il Metodo Montessori dopo aver trascorso decenni a osservare i bambini piccoli e a vedere con i propri occhi ciò di cui avevano bisogno per imparare e svilupparsi. L’utilizzo del Metodo Montessori nelle scuole permette agli studenti di progredire al proprio ritmo e di sviluppare un senso di iniziativa.

Che cos’è una scuola Montessori?

Una scuola Montessori è una scuola che utilizza il metodo di insegnamento creato da Maria Montessori. Questo metodo si basa sul rispetto del bambino e del suo potenziale di sviluppo. Le scuole Montessori si concentrano sull’individualità e sulle esigenze di ogni bambino. Offrono un ambiente appositamente studiato per favorire l’apprendimento indipendente e stimolare la curiosità dei bambini.

La pratica del Metodo Montessori nelle scuole

La bellezza del Metodo Montessori è che si basa sulla capacità di apprendimento del bambino piuttosto che sulla capacità di insegnamento dell’adulto. In una scuola tradizionale, l’accento è posto sull’apprendimento attraverso la lettura, la scrittura e l’aritmetica. Gli alunni sono divisi in gruppi in base alla loro età e devono seguire un programma specifico. Il metodo Montessori, invece, pone l’accento sull’apprendimento attraverso l’esperienza e i sensi. Gli studenti lavorano al proprio ritmo e sono incoraggiati a imparare da soli. I bambini che frequentano una scuola Montessori hanno a disposizione un ambiente preparato per sostenere il loro apprendimento.

materiali matematici montessoriani

Gli studenti lavorano con strumenti e materiali appositamente studiati per sviluppare le loro capacità.

  • I bambini Montessori sono incoraggiati a muoversi invece di stare seduti alla scrivania.
  • Invece di suonare la campanella ogni mezz’ora e interrompere il flusso delle attività, i bambini in una scuola Montessori hanno cicli di lavoro ininterrotti di 3 ore. Inoltre, non ci sono limiti di tempo per completare le attività.
  • I bambini Montessori sono incoraggiati a scegliere da soli ciò che vogliono fare in classe. Ci sono regole generali di base, questa si chiama libertà nei limiti.
  • Le classi Montessori sono composte da bambini di età diverse, in modo che i più piccoli possano imparare dai più grandi.
  • Nelle scuole Montessori le abilità di vita vengono insegnate fin dalla più tenera età. Ciò include la cura di se stessi e dell’ambiente.
  • Il successo di un bambino in una scuola Montessori si ottiene in modo intrinseco, attraverso la padronanza delle abilità, non attraverso i voti.
  • Il ruolo dell’insegnante in una classe montessoriana è quello di aiutare ogni bambino individualmente piuttosto che occuparsi dell’intera classe in una volta sola.
  • Il metodo Montessori segue l’interesse del bambino nell’apprendere un’abilità specifica, invece di seguire un programma di studio.
  • L’educazione montessoriana mira a educare il bambino nella sua interezza, concentrandosi sulla mente, sul corpo e sullo spirito.

Il ruolo dell’insegnante in una classe Montessori

Un aspetto essenziale della formazione degli insegnanti Montessori è imparare a osservare sistematicamente quando un bambino mostra un interesse particolarmente forte per un’area. Gli insegnanti osservano l’umore del bambino e il grado di indipendenza, autonomia, disciplina e concentrazione. Oltre alle note di osservazione, gli insegnanti tengono un registro delle lezioni presentate a ciascun bambino e registrano i seguenti elementi dei progressi dei bambini.

scuola montessoriana

Gli insegnanti Montessori agiscono come guide, osservando attentamente gli studenti per presentare abilmente i materiali necessari all’apprendimento. Le aule Montessori sono piene di materiali straordinariamente ordinati. Gran parte del lavoro di un insegnante Montessori consiste nel preparare e organizzare i materiali necessari per l’apprendimento delle abilità. L’insegnante dedica molto tempo alla raccolta, alla creazione e alla modifica di questi materiali e, in generale, a mantenere un ambiente di classe favorevole alla scoperta.

Questi principi vengono attuati attraverso attività specificamente concepite per sostenere lo sviluppo fisico, intellettuale ed emotivo dei bambini. L’insegnante Montessori adotta comportamenti chiave per attuare questa pedagogia:

  • Mettere il bambino al centro dell’apprendimento.
  • Incoraggiate i bambini a imparare dando loro libertà.
  • Osservare i bambini per riconoscere i periodi sensibili e preparare l’ambiente migliore possibile.
  • Le attività proposte sono varie e permettono ai bambini di esplorare aree diverse, come l’arte, la musica, la matematica o le lingue.
  • Gli insegnanti si assicurano che ogni attività sia adattata al livello di ciascun bambino, in modo che possa progredire al proprio ritmo.

Quali sono le differenze tra i metodi di apprendimento tradizionali e il metodo Montessori?

Le differenze sono molte, tra cui

  • I programmi Montessori operano in cicli triennali. I bambini rimangono nella stessa classe e hanno lo stesso insegnante per tre anni.
  • Le classi Montessori comprendono bambini di età diverse. Le classi multietà incoraggiano l’apprendimento collaborativo e consentono un ampio sviluppo emotivo e sociale.
  • I bambini acquisiscono e assimilano le conoscenze al proprio ritmo. Gli studenti Montessori lavorano in base al loro livello di sviluppo piuttosto che alla loro età.
  • Il ruolo principale dell’insegnante Montessori non è quello di impartire informazioni, ma piuttosto di favorire lo sviluppo e guidare le attività, le risorse e i materiali che consentono al bambino di passare alla fase successiva dell’apprendimento.
  • Gli studenti Montessori sono sempre liberi di muoversi all’interno dell’aula invece di rimanere ai loro banchi. Non c’è limite al tempo in cui un bambino può lavorare su una lezione e le lezioni sono impartite a un solo studente o a un piccolo gruppo di studenti.
  • I materiali didattici Montessori sono unici. La maggior parte di essi è stata sviluppata dalla dottoressa Montessori per soddisfare le esigenze specifiche di sviluppo di bambini di età diverse.

Formazione per insegnanti Montessori

L’Association Montessori Internationale (AMI) è la principale organizzazione di formazione per gli insegnanti Montessori. In Francia, l’Istituto Superiore Maria Montessori (ISMM) è l’unico centro di formazione ufficialmente riconosciuto dall’AMI. Attraverso la loro formazione, gli insegnanti Montessori apprendono i principi dello sviluppo del bambino, la filosofia Montessori e l’uso specifico dei materiali didattici.

Gli insegnanti conoscono le sensibilità di ciascun gruppo di età e sviluppano metodi di lavoro che promuovono un ambiente di apprendimento attento. Poiché il rispetto per i bambini e la volontà di incoraggiarli a crescere in un ambiente non competitivo sono essenziali, gli insegnanti Montessori imparano a essere positivi, gentili e incoraggianti nelle loro interazioni con i bambini.

Qual è il vantaggio delle classi Montessori a più età?

I bambini più piccoli imparano osservando quelli più grandi. Allo stesso tempo, i bambini più grandi rafforzano e stimolano le loro conoscenze condividendole con i più piccoli. I bambini imparano facilmente a rispettare gli altri e allo stesso tempo sviluppano il rispetto per la propria individualità.

aula montessoriana

L’interazione tra bambini di età diverse offre molte opportunità per la creazione di comunità e lo sviluppo dell’autostima. Inoltre, incoraggia l’interazione sociale positiva e l’apprendimento cooperativo.

Qual è il programma di apprendimento nella scuola Montessori?

Il programma di apprendimento offre ai bambini 5 aree chiave dell’educazione Montessori: vita pratica, sensorialità, matematica, lingua e cultura. Ogni area di apprendimento è costituita da una serie di materiali montessoriani che insegnano un’area di conoscenza o un’abilità fondamentale. Attraverso la ripetizione e la pratica, i bambini acquisiscono una comprensione approfondita di ogni materiale e padroneggiano le abilità di base in ogni area del programma.

Gli educatori Montessori forniscono istruzioni per ogni bambino. Dopo un apprendimento significativo, i bambini lavorano con i materiali Montessori in modo indipendente per esercitarsi, esplorare e fare collegamenti con i risultati chiave dell’apprendimento. Durante questo periodo, gli insegnanti Montessori stanno in disparte, osservano come i bambini imparano e registrano i loro progressi.

Aree curricolari chiave:

  • Vita pratica: indipendenza, abilità sociali e rispetto per l’ambiente.
  • Sensoriale: colori, forme, consistenze, pesi, dimensioni, discriminazione e distinzione tra odori, sapori e suoni.
  • Matematica: numeri, quantità, conteggio, addizione, sottrazione, sistema decimale, moltiplicazione e divisione.
  • Lingua: linguaggio orale, fonetica, formazione delle lettere, struttura della frase, vocali e consonanti, scrittura, lettura e prima alfabetizzazione.
  • Cultura: Geografia, botanica, zoologia, scienze, storia, musica e arte.

Materiali didattici in una scuola Montessori

La realizzazione di ogni ambiente preparato in modo montessoriano richiede un’attenta preparazione di materiali didattici appropriati per quell’ambiente. I materiali didattici montessoriani sono un insieme di oggetti progettati secondo specifiche precise. In generale, i materiali sono progettati per

  • Catturare l’interesse del bambino
  • Invita all’interazione e alla manipolazione
  • Incoraggiare un uso preciso
  • Migliorare la concentrazione

Che cos’è il programma triennale Montessori?

Le classi Montessori sono organizzate intorno a un ciclo di apprendimento triennale, progettato per soddisfare le esigenze e le caratteristiche di ogni specifica fase della crescita del bambino. Un bambino ha lo stesso insegnante e la stessa classe per tre anni, e ogni anno le lezioni si basano sul lavoro dell’anno precedente. In generale, non è nell’interesse del bambino entrare nel programma triennale nell’ultimo dei tre anni.

I bambini possono fare finta in un’aula montessoriana?

Nella sua prima casa dei bambini, Maria Montessori propose diversi tipi di giochi oltre al materiale didattico, ma si rese conto che i bambini non avevano interesse a fingere quando potevano fare cose reali. Nelle classi Montessori, ad esempio, ai bambini viene data la possibilità di aiutare a cucinare invece di fare finta. Ha sviluppato il suo metodo ponendo l’accento sulle attività che i bambini amavano fare, piuttosto che su quelle che non amavano.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *