Il CBD è sicuro durante l'allattamento?

Il cannabidiolo (CBD) è un composto presente nella cannabis. Non contiene THC, la sostanza psicoattiva della cannabis, e quindi non ha effetti psicotropi. Il CBD è legale nella maggior parte dei Paesi, compresa la Francia, dove è considerato un integratore alimentare. Logicamente, data la popolarità di questo prodotto, le donne che allattano possono chiedersi se il CBD sia sicuro per il loro bambino.

Si può assumere il CBD durante l'allattamento?

Purtroppo non esiste una risposta definitiva a questa domanda. Le donne che hanno consumato CBD prima di rimanere incinte si chiedono se il CBD sia compatibile con la gravidanza. CBD e gravidanza. Si tratta di una preoccupazione valida per le donne che scelgono di allattare i loro bambini. Durante l'allattamento, uno dei problemi principali per le madri di bambini piccoli è quello di controllare costantemente il cibo e le bevande consumate. Naturalmente, tutto ciò che la madre consuma viene trasmesso al bambino, creando un elenco infinito di alimenti che devono essere eliminati dalla catena alimentare.

allattamento e cbd

Numerosi studi hanno dimostrato che il consumo di prodotti contenenti THC durante la gravidanza e l'allattamento è fortemente sconsigliato. Il tetraidrocannabinolo, o THC, è una sostanza psicoattiva che può persistere nel latte materno fino a sei giorni e che quindi verrebbe necessariamente trasmessa attraverso l'allattamento, con conseguenze potenzialmente pericolose per il bambino in via di sviluppo. L'uso regolare di THC (illegale in Francia) può causare malformazioni fetali o alterazioni dello sviluppo del bambino, compromettendo le funzioni cerebrali e le capacità cognitive.

Attualmente, l'impatto del CBD sull'allattamento al seno non è stato studiato in modo approfondito per determinare definitivamente se l'uso di prodotti a base di CBD da parte delle madri che allattano sia sicuro per i bambini. La ricerca sugli effetti del CBD sull'allattamento al seno è ancora agli inizi e non esistono studi conclusivi sull'argomento. Di fatto, si raccomanda di non usare prodotti a base di CBD durante l'allattamento.

Quali sono gli effetti del CBD sul latte materno?

Sebbene la ricerca sia ancora agli inizi, è difficile conoscere il reale impatto del CBD sul latte materno e sui neonati. Anche se il CBD non provoca effetti psicoattivi perché non contiene THC, è consigliabile essere prudenti e consultare il medico prima di assumere CBD durante l'allattamento.

Alcune madri scelgono di allattare i loro bambini, ma non sempre sanno se il consumo di CBD può essere associato all'allattamento. Non è ancora noto se il CBD possa avere effetti negativi sul bambino. Una cosa è certa: gli effetti potrebbero essere benefici per la madre, poiché il CBD può alleviare l'ansia o il dolore. Sebbene sia stata riscontrata la presenza di THC nel latte materno, che potrebbe danneggiare i neonati, gli effetti del CBD sui bambini non sono ancora del tutto noti.

I diversi prodotti a base di CBD

prodotti a base di cbd

Per godere di tutti i benefici del cannabidiolo, sono disponibili diversi prodotti a base di CBD:

  • Olio

Il CBD viene venduto soprattutto sotto forma di olio. L'olio di CBD è un prodotto a base di cannabidiolo (CBD), una sostanza presente nei fiori e nelle foglie della pianta di canapa. Il CBD viene estratto da piante di canapa coltivate senza pesticidi o sostanze chimiche e diluito in un olio vegetale (arachide, oliva, cocco, ecc.). Basta prendere una pipetta, mettere una goccia di olio sulla lingua e lasciarlo sciogliere. Questo è il prodotto più popolare perché è molto efficace. L'olio di CBD è disponibile anche sotto forma di capsule o inalatori. Questo tipo di prodotto agisce rapidamente sul corpo ed è anche facile da trasportare.

  • I fiori

Una volta tagliati in piccoli pezzi, i fiori di CBD possono essere utilizzati in piatti pronti o infusi.

  • Polline o resina

Il polline viene raccolto dai fiori di CBD e poi pressato per creare un prodotto compatto e liscio. Si può quindi utilizzare nelle ricette di svapo e di cucina.

  • Cosmetici

I cosmetici al CBD, noti anche come cosmetici al cannabidiolo, sono una tendenza in crescita nel mondo della bellezza e del benessere. Questi prodotti consentono di applicare il CBD sulla pelle o sui capelli.

Che tipo di CBD dovrei usare durante l'allattamento?

È possibile utilizzare prodotti che contengono CBD e sono destinati all'uso esterno, come creme o altri cosmetici. Il motivo per cui si utilizzano prodotti a base di CBD per la pelle è che il cannabidiolo utilizzato in questo modo non passa nel flusso sanguigno. Ciò significa che non passa nemmeno nel latte materno.

cosmetici per l'allattamento con cbd

Non c'è dubbio che il CBD possa offrire ai consumatori potenziali benefici se usato nelle giuste condizioni e nel giusto contesto. È fondamentale iniziare chiarendo che il CBD non è una cura o una malattia; tuttavia, può essere efficace nell'alleviare alcuni sintomi.

Il CBD è un'opzione eccellente in situazioni quali:

  • Disturbi d'ansia, come gli attacchi di panico,
  • I problemi di dormirecome l'insonnia,
  • Dolore cronico,
  • Malattie degenerative,
  • Infiammazione,
  • Disturbi neurologici.

Studi scientifici su CBD e allattamento

La mancanza di tossicità e i benefici psicoattivi del CBD sono certamente confortanti. Tuttavia, quando si parla di CBD, spesso si dimentica che si tratta di un'area di ricerca ancora agli albori, dove c'è ancora molto da imparare e da studiare. Sono necessari più tempo e ricerche per comprendere meglio gli effetti del CBD sui bambini. Sono necessarie ulteriori ricerche per garantire che il consumo di infusi, alimenti o oli di CBD durante l'allattamento non influisca sulla salute o sullo sviluppo del bambino.

Lascia un commento

it_ITItalian